Il viandante smemorato

Il viandante smemorato

di Federico Saccone

Vittorio Franzini si allontana da casa con la moglie Eleonora, per cercare di sanare e recuperare il proprio rapporto. Vacanza richiesta subdolamente dalla vorace moglie, per altri scopi. Vittorio si perde, con la mente, in quella stupenda costa dalmata che lo vede non quale turista, ma viandante. Smemorato. Alla ricerca del suo passato, lasciato nelle gelide acque di un mare Adriatico. Viene aiutato e vessato, parimenti, lungo il suo peregrinare. Non demorde e segue il consiglio di chi gli offre aiuto. La fede e chi la professa ed esercita, in un certo qual modo, gli accendono la luce di quel buio in cui la sua mente è vittima. Gli umani, per mezzo del quasi trascendentale, tra condizionamento e suggestione lo conducono alla verità. All'amore.

nulla più. poi nulla più.

pensava:- Da questa finestra dalla cornice di ebano vedo un paesaggio innevato. pensava:- Da questa finestra dalla cornice di ebano vedo un paesaggio innevato. Noi. Noi. I. nulla più. poi nulla più. I. poche ciarle e poi. Non ha chiave la porta del mistero, e a chi lo cerca si nasconde il Vero. In un castello, una regina cuciva e…. Era una fredda giornata d’inverno. poche ciarle e poi. Era una fredda giornata d’inverno.